top of page
Crocetti bardigiani.jpg

Dall'estate 2020 il pozzo e la macina è anche home restaurant! ​La preparazione di pasti da consumare in loco presso la bella sala voltata in sasso al piano terra dell’ex mulino, oggi nostra abitazione, all'interno della risto-bottega o del nostro giardino d'inverno è nata dalla volontà di fornire un ulteriore servizio ai nostri gentili ospiti che, una volta qui giunti, non desiderano altro che dimenticare l'automobile per alcune ore e restare in contatto solo con la natura e il silenzio. 

Ad arricchire la proposta saranno i prodotti VERAMENTE A KM 0, provenienti dalla nostra azienda agricola, oltre a quelli di altre realtà del territorio, attentamente selezionate, per la qualità di alimenti quali Parmigiano Reggiano, salumi, vino e birre artigianali.

Il servizio è attivo principalmente a cena, ma anche a pranzo, tutti i giorni UNICAMENTE SU PRENOTAZIONE ANTICIPATA.

Sapori genuini.png
Home Restaurant.jpg
1/6
Sala del mulino.jpg

La ex sala degli ingranaggi del "mulino a 4 palmenti della Carpana" è l'attuale salotto nonché sala da pranzo dell'abitazione di Chiara e Stefano. Posto al piano terra, è un ampio spazio caratterizzato da una strepitosa volta unghiata ottocentesca, in cui si è scelto di lasciare il "sasso a vista". 

Le quattro campate sono caratterizzate da quattro coppie di piccole aperture, un tempo alloggio per le tramogge, in cui si versavano castagne secche, melica e grano, per ottenere diverse tipologie di farina.

A disposizione degli ospiti, un tavolo rustico in legno da 8 posti, la libreria di volumi d'arte di Chiara, il divano e servizi igienici attigui. In caso di numero maggior di commensali, è affiancato un altro tavolo, cambiando disposizione del mobilio.

La sala è sempre riservata in modalità privata ed esclusiva agli ospiti che pernottano presso la struttura o a coloro che la richiedano per organizzare, pranzi, cene, merende o aperitivi.

Una botola sul pavimento, conduce, ancora oggi al luogo dove un tempo erano ubicate le quattro pale a cucchiaio, mosse dall'acqua che scorreva al di sotto dell'attuale edificio, oggi cantina per la degustazione di vini.

La sala del mulino.png
Ristobottega 2021.jpg

La ex stalla per gli animali, con volta a capriata e muri in sasso è un ambiente intimo e accogliente, grazie alla sua duplice natura di bottega e sala degustazione, scaldata a stufa a pellet nel periodo invernale.

Le scaffalature circostanti, oltre a contenere i prodotti trasformati dell'azienda agricola e vini, sono arricchite da libri e riviste legate al territorio, all'ambito agricolo e naturalistico e sono a disposizione dei commensali.

La sala è dotata di servizi igienici attigui ed è solitamente allestita con un tavolo da 6 posti, ma può accogliere fino a 10 ospiti. Battezzata da Stefano "Ludo-Vino", oltre a far mostra di etichette di vino, è luogo deputato a "ludoteca", in quanto è possibile usufruire dei numerosi giochi da tavolo anni '80/90 per trascorrere momenti di spensieratezza.

La sala è sempre riservata in modalità privata ed esclusiva agli ospiti che pernottano presso la struttura o a esterni che lo richiedessero per organizzare, pranzi, cene, merende o aperitivi.

La ristobottega.png
IMG_4611.JPG

L'area di coltivazione con orti a cassoni rialzati è impreziosita da un giardino d'inverno in ferro battuto e vetro, dalle forme morbide e floreali, che parla di un'epoca di abiti da sera ricamati a lustrini, acconciature eleganti e serate galanti.

 

Il suo nome è Edvige, omaggio che Chiara e Stefano hanno voluto fare alle proprie origini varesine. Difatti Edvige Mrozowska, attrice, scrittrice ed esploratrice di origine polacca, vissuta a cavallo tra ‘800 e ‘900, fu ideatrice del giardino eclettico che circonda ancora oggi Villa Toeplitz a Varese, sua dimora e del marito Giuseppe.

I profumi delle vicine coltivazioni si uniscono agli aromi delle piante officinali, per creare un ambiente unico nel suo genere, in cui ammirare i colori del vicino orto e del bosco di giorno e i cieli stellati di notte, tornando bambini e guardando la danza delle lucciole a inizio estate.

La location è prenotabile in esclusiva per l’organizzazione di eventi speciali da fine aprile a fine settembre, non essendo riscaldata. Ha una capienza massima di 10 commensali.

il giardino d'inverno.png
home restaurant.jpg

L'ampio giardino pianeggiante di fronte alle camere è il luogo ideale nel periodo estivo. L'ex porcilaia, costituita da un cascinotto con tetto in coppi aperto su tre lati è sempre allestito con un tavolo e 4 sedie, ma può ospitare un maggior numero di commensali.

Inoltre, gli ospiti potranno godere dell'originale formula dell'apericnic: seduti sull’erba, assaporeranno un tagliere di salumi della tradizione piacentina e parmense, diverse stagionature di Parmigiano Reggiano di montagna abbinate a prodotti della nostra azienda agricola. Saranno forniti cuscini, un cestino con tovaglia, piatti in ceramica, posate in metallo, bicchieri in vetro, acqua e una bottiglia di vino, tra le diverse etichette.

Il cascinotto.png
bottom of page